Set da fonduta elettrico: alimentazione

I set da fonduta presenti sul mercato si distinguono principalmente in due tipi: quelli elettrici e quelli con bruciatore. Le differenze stanno nel modo di utilizzo e nella velocità di riscaldamento. In particolare i modelli elettrici ci aiutano a raggiungere la temperatura in breve tempo e in maniera automatica – mentre invece i set con bruciatore sono più lenti. Quale quindi è il miglior set da fonduta? La scelta è personale, ed è da farsi in base alla praticità che vogliamo ottenere, dello spazio di cui si dispone e infine del prezzo che intendiamo spendere.

Per la maggior parte dei set da fonduta l’alimentazione è data da un bruciatore ad alcool o gel infiammabile, che va posto sotto la cacquelon (in modo da mantenere una temperatura costante degli ingredienti, che preservano la loro consistenza). Prima di riempire il bruciatore assicuriamoci che sia freddo. I set da fonduta di questo genere sono molto suggestivi, e in grado di creare subito un’atmosfera davvero bella. Anche se sono ideali per le più rigide giornate invernali, sono apparecchi poco pratici.

I set da fonduta elettrici invece sono perfetti per essere usati in tempi brevi, in quanto raggiungono in fretta la temperatura ideale e la mantengono costante. Non avremo poi il rischio di incendi o schizzi d’olio usando questi apparecchi. Il costo è leggermente più alto rispetto agli altri modelli. Nonostante tutte queste caratteristiche positive i veri esperti della fonduta non amano i modelli elettrici. Secondo loro non sono costruiti nei materiali giusti: il contenitore dove poniamo il cibo infatti è in metallo, che tende a far perdere alla fonduta il suo sapore perfetto. È meglio usare la ceramica per il formaggio e il cioccolato, e il metallo solo per la carne. Possiamo scegliere un prodotto rivestito di un film antiaderente se vogliamo adattarlo a ogni cottura. Per usare al meglio questo prodotto basterà collegare la spina di cui è dotato a una presa di corrente. Dovremo poi impostare la giusta temperatura, misurare il peso degli ingredienti. questi apparecchi sono abbastanza potenti: 25 W nei modelli base, e circa 800 W in quelli più costosi e performanti.