Deumidificatore, per migliorare il clima in casa

L’umidità eccessiva è un pericolo notevole nelle nostre case. Quando si impenna oltre il 60%, infatti, può favorire la formazione di muffe e condense, oltre a danneggiare le mura dell’abitazione. Di fronte ad un problema di questo genere c’è chi prova con accorgimenti limitati, ad esempio il sale da cucina con cui vengono riempiti bottiglie, calze o fagotti. In effetti il sale è in grado di assorbire limitate quantità di umidità, ma si può facilmente comprendere come esso sia in definitiva un semplice palliativo.
Mentre una soluzione molto più radicale può essere rappresentata dal deumidificatore elettrico, un dispositivo che viene spesso confuso con il condizionatore, ma che in effetti agisce in maniera molto diversa: se il secondo provvede ad agire sulla temperatura, il deumidificatore non la muta, ma si limita a modificare il tasso di umidità dell’aria contenuta in un ambiente.
Il suo funzionamento è abbastanza semplice: dopo che ha rilevato il superamento della soglia impostata dall’utente, mediante un igrometro ad esso accluso oppure incorporato in partenza, questo macchinario provvede a catturare l’aria e trattarla in modo da togliere vapore acqueo. Una volta conclusa l’operazione la rilascia nuovamente, ma stavolta depurata dell’umidità in eccesso, con effetti immediati sul clima nell’ambiente in cui opera. Può essere anche portatile e quindi facilmente trasportabile da una stanza all’altra e presenta un vantaggio di non poco conto nei confronti del condizionatore, un prezzo nettamente inferiore.

Deumidificatore: conviene realmente?

Naturalmente la domanda che molti si pongono è proprio relativa all’efficacia del deumidificatore, soprattutto in relazione a quella che invece caratterizza il climatizzatore. Da un punto di vista tecnologico in effetti il secondo presenta caratteristiche che ne attestano una chiara superiorità. In particolare il climatizzatore dispone di un sistema di filtrazione in grado di ripulire l’aria da impurità che possono essere pericolose per la nostra salute.
Il deumidificatore può essere considerato una soluzione di ripiego per chi magari non intende sottoporsi ad uno sforzo finanziario eccessivo. I modelli portatili evitano peraltro di dover dare vita a opere murarie e di ricorrere all’operato di un installatore, che possono far salire notevolmente il costo. Può comunque essere una buona soluzione e dare parziale sollievo all’interno delle abitazioni gravate da problemi di umidità eccessiva. Chi vuole farsi un’idea più compiuta su questo elettrodomestico, può comunque consultare questo sito, che affronta la tematica in maniera organica e completa, aiutando il consumatore a districarsi meglio all’interno di una proposta, quella delle imprese del settore, che può anche ingenerare una notevole confusione.